Léon Walras, il più grande di tutti gli economisti

Léon Walras è stato un celebre economista francese, definito dall’economista Joseph Schumpeter “il più grande di tutti gli economisti”. Walras fu il primo a formulare la teoria di equilibrio economico generale, una branca della microeconomia che intende spiegare ciò che determina le scelte di produzione, di consumo e dell’attribuzione di prezzi nell’intero sistema economico. Questo genere di teoria si basa sull’analisi delle scelte dei singoli agenti economici (aziende, commercianti, consumatori) all’interno di ogni mercato.

La vita di Walras

Léon Walras nacque il 16 dicembre del 1834 a Évreux, iniziò il suo percorso accademico con gli studi di ingegneria presso la École des Mines, per poi abbandonarla e dedicarsi al giornalismo e alla letteratura. Divenne un collaboratore dei giornali francesi “Journal des Économistes” e “La Presse”, grazie alle competenze sviluppate all’interno di queste redazioni riuscì a ottenere, dopo diversi tentativi, la cattedra di Economia Politica all’Università di Losanna, in Svizzera. Nonostante il raggiungimento di questo importante obiettivo, la cui massima espressione fu la fondazione della celebre Scuola Economica di Losanna, Walras abbandonò presto la cattedra in favore dell’economista italiano Vilfredo Pareto, dedicandosi in toto alla ricerca. Morì il 5 gennaio del 1910 a Clarens-Montreux.

La dottrina economica di Walras

Walras fu, assieme a William Stanley Jevon e Carl Menger, uno dei tre capostipiti del marginalismo, la dottrina economica che ancora oggi, dopo l’avvento del monetarismo, rappresenta la teoria economica più influente rispetto all’economia classica e a quella marxista. Il marginalismo si basa su un concetto di valore legato al grado di soddisfazione soggettiva che un determinato prodotto provoca nel consumatore.

La teoria del valore di Walras

Léon Walras elaborò una teoria del valore fondata sul principio di unità marginale (rareté) basata sul concetto di valore proprio del marginalismo, quindi sulla soddisfazione provocata dal consumo di un particolare bene. Walras sulla base dell’unità marginale concepì un modello di economia pura che prevedeva l’applicazione del calcolo infinitesimale di Antoine Augustin Cournot. Grazie all’inserimento di questo tipo particolare di calcolo Walras dimostrò che in condizioni di concorrenza perfetta è possibile stabilire un sistema di prezzi d’equilibrio caratterizzato dalla totale eguaglianza tra domanda e offerta in tutti i mercati, accanto all’eguaglianza tra costo di produzione e prezzo di vendita.

immagine: Eisenhans – Fotolia
Similar Posts:

Non possono più essere aggiunti.